Gran Loggia 2020 “Uniti nelle diversità”. Si terrà a Rimini l’11, il 12 e il 13 settembre

Fissate le nuove date della Gran Loggia 2020. La massima assise del Grande Oriente d’Italia si terrà a Rimini l’11, il 12 e il 13 settembre. Un rinvio, rispetto alla tradizionale convocazione di aprile, che si è reso necessario dopo il decreto del governo, che il 5 marzo scorso  ha disposto la sospensione di ogni attività convegnistica o congressuale a data successiva al 3 aprile.

“Uniti nelle diversità” il titolo scelto per l’edizione di quest’anno  che si annuncia ricca di eventi pubblici che si terranno a margine dei lavori rituali nel tempio. Il taglio del nastro venerdì mattina e nel pomeriggio alle 14 l’apertura dei lavori rituali in grado di Maestro. L’ordine del giorno prevede, tra l’altro, la relazione morale del Grande Oratore, il ricevimento dei rappresentanti dei Corpi rituali e delle Delegazioni estere, il saluto al Presidente della Repubblica e l’omaggio alle bandiere italiana ed europea. Saranno quindi ammessi Apprendisti, Compagni e profani per l’allocuzione del Gran Maestro, che si terrà a porte aperte.

I lavori riprenderanno sabato 12 settembre, alle ore 10,00, con all’ordine del giorno, tra l’altro, la relazione amministrativa del Gran Segretario, la comunicazione del Responsabile della Biblioteca del Grande Oriente, la relazione del Presidente della Corte Centrale, la relazione del Consiglio dell’Ordine e la discussione sulle relazioni.

La sessione conclusiva della Gran Loggia 2020 avrà luogo domenica 13 , alle 9 con la presentazione al pubblico delle iniziative culturali del Grande Oriente. A latere dei lavori nel tempio, sono previsti incontri, presentazioni di libri e mostre, organizzate dal  Servizio Biblioteca. L’Associazione italiana di filatelia massonica esporrà nel suo tradizionale spazio le emissioni più recenti dell’Istituzione. Ancora una volta i lavori della Gran Loggia saranno strumento di riflessione su alcuni temi importanti  con un focus sui grandi valori dell’istituzione che sono libertà, fratellanza e uguaglianza.16 Marzo 2020

2 commenti a “Gran Loggia 2020 “Uniti nelle diversità”. Si terrà a Rimini l’11, il 12 e il 13 settembre

  1. Ottavio Spolidoro

    Il Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia lancia il cuore oltre l’ostacolo. Fissa per settembre, a Rimini, la gran Loggia. Una scelta coraggiosa ora che ancora non si intravede una luce in fondo al tunnel. È una data ed un’ora bene augurante non solo per i fratelli del GOI ma per tutti. Guarda con speranza al futuro a quando, come ha detto in una intervista Guccini, “si ballerà fino a fare luce”. Se pensiamo solo per un attimo a quella finanza inumana che ha scommesso sulla pandemia per far soldi dai soldi senza economia e senza lavoro, fissare un evento per una assemblea di tanti fratelli italiani e stranieri è scommettere sull’uomo sulla forza sulla bellezza e sulla sapienza.

  2. MMC

    L’idea di reggere, di perseverare, di non arrendersi, ma anzi di progettare, mi rammenta l’importanza del termine “Resilienza”, cioè la capacità di un individuo (nel nostro caso di una comunità) di affrontare e superare un evento traumatico o un periodo di difficoltà. In biologia, per Resilienza s’intende la tendenza di un materiale ad assorbire un urto senza rompersi. Cosa ben diversa dalla Resistenza, che porta a reagire, d’imperio, a una forza contraria, distruggendola. Un Grande Oriente d’Italia che applica una reazione, invece di un’opposizione, è il mio Grande Oriente d’Italia.

Rispondi a Ottavio Spolidoro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *