Parole controsenso: audacia

Cari viaggiatori, 

in questo cammino incontro persone audaci? La risposta è sì.

Ci sono uomini e donne che mostrano ogni giorno doti di coraggio per sfidare un pericolo allo scopo di raggiungere un obiettivo. Sono gli eroi civili del nostro tempo e di cui parliamo in altra parte di questo blog. Ce ne sono tanti e le cronache dei giornalisti (anche loro sono eroi civili) ce le raccontano ogni giorno e ogni ora.

 L’audacia deve accompagnare i progetti per il futuro quando #tuttoquestopassera’. Isaac Newton ci ricorda che “nessuna grande scoperta è mai stata fatta senza un’audace congettura”. E che l’audacia accompagni, insieme ad abilità, forza e lungimiranza, l’azione di chi ha la responsabilità di governare la cosa pubblica e associazioni ed enti.

Buon viaggio

12 commenti a “Parole controsenso: audacia

  1. Andrea

    Questo è il momento di scelte forti, di cambi di passo, di lasciare il segno si sopratutto di “lasciare un segno “. Di trasformare i sogni in realtà.

  2. Massimo Bianchi

    C’è un’Italia reale,solidale,generosa che è meglio di una parte di chi dovrebbe rappresentarla nelle Istituzioni.Comunque ci sono le potenzialità umane e professionali che possono aspirare e lavorare alla costruzione di una Società più giusta. Tfa

    • Giancarlo Caddeo

      Giancarlo Caddeo. La sfida sarà rappresentata dall ‘ essere una guida audace , senza timore del pericolo e consapevole del rischio della novità, ma capace di proteggere la libertà di tutti . Una guida nel viaggio ignoto che indichi un percorso efficace, alla fine del quale ci si ritrovi ancora liberi, uguali e solidali.

    • Sergio

      Audacia basata sulla consapevolezza dei propri limiti, accettati, condivisi e sfidati nel solo rischio personale, senza coinvolgere altri nelle nostre decisioni.
      L’audacia del personale sacrificio per il bene degli altri, nell’obiettivo che ci siamo prefissati, svincolati dal risultato ancora ignoto, ma operando al massimo delle nostre capacità.

  3. Lorenzo

    Grazie di aver ricordato anche che tra i tanti audaci, piccoli eroi di tutti i giorni ci siamo anche noi giornalisti. Con tutti i nostri limiti e difetti, ma comunque sul campo.

  4. Ermanno

    Controsenso è continuare a rimanere nascosti sperando che il mondo di tutti si dimentichi di noi.
    Audacia non è incoscienza. Audacia è muoverci pubblicamente a che tutti capiscano quali sono i principi informatori della nostra appartenenza.

  5. Ottavio Spolidoro

    E’ giunta l’ora delle scelte, delle decisioni difficili.
    C’è chi le compie svolgendo il suo lavoro. Sono quegli uomini e quelle donne che ora corrono il rischio di perdere la loro vita per curare gli altri. Lavorano questi uomini e donne in un mondo, quello della medicina, totalmente legato alla scienza medica. Ebbene ora essi eseguono il loro lavoro anche oltre la scienza perché stanno affrontando con i mezzi che hanno una epidemia che non sanno come curare e che, mentre salvano o tentano di salvare tanti esseri umani, studiano. Non sono in un asettico laboratorio hanno le mani nelle mani dei loro pazienti con i quali spesso parlano con gli occhi. E’ quindi uno sforzo immane fatto di coraggio che non è solo quello che tutti vediamo ma anche della straziante consapevolezza di essere medici, infermieri e non poter far nulla. Essi soffrono due volte come esseri umani e come medici. Sfugge alla loro ragione quel rapido evolvere della malattia, sfugge a tanti anni di studio, di ricerca, a tanti sacrifici fatti per studiare e gli resta una umanità che loro hanno sempre avuto ma mai pensato di poter usare con tanta inesorabile frequenza come medicina per i loro pazienti.
    Altri sono chiamati ad altre decisioni . Per questi altri non c’è altra scelta che agire per il bene di tutti perché non c’è una sanità di destra di sinistra o di centro!
    Ce la faremo !

  6. Gianfranco Valenti

    L’audacia di oggi è spesso necessità, certo è necessario un grande cuore per riuscire ad esercitare la propria audacia spinta dalla necessità del momento. Sono convinto che l’uomo che ha cuore è molto spesso “audace” e pertanto capace di grandi gesti e di sacrificio perfino e tutti dobbiamo ringraziare queste persone capaci di tanto e che spesso sono il germe della vittoria nelle sfide e della ripresa che viene dopo la battaglia. Ma oggi sommessamente dico che è anche ilo momento di una grande visione generale e storica che attinga dalle esperienze degli uomini e dei popoli per trarne insegnamento allo scopo di fare le scelte giuste, decisive e giuste per tutti . Ognuno di noi è chiamato ad un dovere mettendoci il cuore che da l’audacia necessaria per le scelte giuste, il dovere di avere gli occhi ben aperti e di cercare di leggete i fatti, confrontarli con la storia e fare le proprie scelte, quelle giuste per tutti.

  7. Giuseppe Gulino

    Sono un medico. Sono una persona “normale” che ha sempre vissuto facendo dell’etica il valore guida dell’esistenza. L’uomo a prescindere dal colore della pelle, del credo religioso, del credo politico deve essere amato in quanto essere umano. E noi medici abbiamo la fortuna di svolgere la più bella professione del mondo, sintesi di scienza ed amore.

  8. Claudio

    Claudio Solinas . L’audacia di chi sente l’impossibilità di fare diversamente. L’audacia di chi vuol mantenere la promessa (Ippocrate per esempio)di aiutare chi di volta in volta ha bisogno. L’audacia di chi vuol proteggere i suoi cari . L’audacia di scegliere di appartenere ad una Istituzione “scomoda”. Tutto questo è audacia. Ma audacia è ancor più la pretesa di aiutare i propri fratelli , prima i propri Fratelli e e e l’audacia di seguire il proprio GM. Col TFA

  9. luca salimbeni

    Ill.mo e Ven.mo Gran Maestro,comprendere la storia, e attualmente,comprendere la situazione in cui stiamo vivendo,implica il comprendere la vita delle persone che la fanno. La vita audace di chi come tanti altri fratelli medici come me combatte il virus ma anche il controsenso che anfiamo a combattere con i fucili a tappo,come quando eravamo bambini. Ho cercato di contestualizzare il momento per fare un esempio pratico. Come dice N. Mandela “per poter costruire la ns Nazione dobbiamo tutti di cercare di superare le ns aspettative”. Direi che è la sintesi migliore del concetto di audacia. Purtroppo il controsenso è che la Nazione,intesa come Stato giuridico-politico, non ci mette in condizione ideale per supportare l’audacia di questo meraviglioso paese che si chiama
    Italia. Con il TFA Luca Salimbeni

  10. MMC

    In effetti la differenza tra coraggio e audacia è interessante: il primo è una forza d’animo connaturata nella persona, che prevede resistenza. La seconda prevede un’azione: cioè quella di mettere in atto azioni a disprezzo della paura.

Rispondi a Ermanno Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *