Il viaggio continua

Ho riaperto questo questo spazio di libertà dopo qualche anno e durante il periodo del confinamento in casa imposto dalle autorità pubbliche.
In molti hanno postato i loro commenti e li ringrazio. I miei pensieri sono diventati anche un libretto, “Appunti di viaggio” ma la traversata continua. Le onde del mare non stanno mai ferme. Come la pandemia. Si è risvegliata e i traumi da recidiva fanno ancora più male alla nostra testa. Ma non perdiamo la fiducia. Anche ora diciamo #tuttoquestopasserà.

Le emozioni

Cari viaggiatori,

vi propongo di riflettere su questo pensiero di Daniel Goleman: “Quando le emozioni sfuggono al controllo possono far sembrare stupide persone intelligenti”.

Buon viaggio

La leggerezza

Cari viaggiatori,

proviamo a seguire questo consiglio di Italo Calvino: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.

Buon viaggio

L’energia atomica e la volontà

Cari viaggiatori,
da uno scienziato, e che scienziato, non ci si attenderebbe un pensiero come questo. “C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà”. Eppure, Albert Einstein lo ha detto.
Buon viaggio

La visione e la televisione

Cari viaggiatori,

su un’edicola, chiusa, c’è una frase scritta con la vernice che merita una riflessione. La frase: “Some people have a vision, other people a television”. L’edicola è a Firenze, a due passi dal ponte alla Vittoria.

Buon viaggio

Se ti senti il più intelligente

Cari viaggiatori,
riflettiamo su questa perla di saggezza che ci propone Confucio e sul commento che ne deriva: “Se sei la persona più intelligente in una stanza allora sei nella stanza sbagliata”. Se ti senti la persona più intelligente…non dirlo.
Buon viaggio

Il diritto al gioco

Cari viaggiatori,
tra le tante problematiche trascurate in questa fase c’è il divieto del “diritto al gioco”. Sì, il gioco, soprattutto quello di squadra. E non parlo del gioco dei campioni (quello non è vietato) ma lo sport dei ragazzi. La partita di calcio, basket, pallavolo è scuola di vita. Si impara a relazionarsi con gli altri, ad aiutare il compagno di squadra. Si impara a vincere e si impara a perdere. Si impara a stare assieme. Questo “diritto al gioco”, purtroppo è negato da un bel po’.
Buon viaggio