La fatica e il sogno

Cari viaggiatori,

ricordate Pietro Mennea? Una sua frase la sottopongo alla vostra riflessione: “Non ho rimpianti. Rifarei tutto, anzi di più. E mi allenerei otto ore al giorno. La fatica non è mai sprecata. Soffri, ma sogni”.

Buon viaggio

Leggiamo libri

Cari viaggiatori,

leggiamo qualche libro, fa bene anche alla salute. “Coloro che costruiranno biblioteche avranno costruito granai per l’umanità” diceva Marguerite Yourcenar.

Buon viaggio

Ma che mondo é

Carissimi viaggiatori,

quando ho visto quell’uomo che precipita dopo essersi aggrappato all’aereo ho detto: “Ma che mondo é”. E ogni volta che rivedo l’immagine ripeto quell’esclamazione che è anche una domanda.

Buon viaggio

La soluzione

Cari viaggiatori,

un messaggio di ottimismo ci viene da Agatha Christie: “Solo perché un problema non è ancora stato risolto non è detto che sia impossibile da risolvere”.

Buon viaggio

Le parole

Cari viaggiatori,

la regola benedettina è molto attuale. Sentite questa: “Un monaco dovrebbe trattenere la lingua e tacere perché la morte e la vita sono in potere della lingua”.

Buon viaggio

La semplicità

Cari viaggiatori,

è complicato ragionare con semplicità. George Sand diceva che “è la cosa più difficile da ottenere a questo mondo; è l’estremo limite dell’esperienza e l’ultimo sforzo del genio”.

Buon viaggio

L’allenamento

Cari viaggiatori,

allenarsi è una parola che ci rimanda alla preparazione degli atleti ma si può allenare anche la mente. Il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso ci offre questo spunto di saggezza: “Non c’è cosa che non venga resa più semplice attraverso la costanza e la familiarità e l’allenamento. Attraverso l’allenamento noi possiamo cambiare; noi possiamo trasformare noi stessi”.

Buon viaggio